Onorificenza per Amhof, Foppa e Noggler - la SVP prenda ora sul serio il proprio compromesso!

Attenetevi al vostro compromesso!

abstract:
A margine dell'odierna seduta del Consiglio regionale rappresentanti dell'Iniziativa per più democrazia hanno consegnato a Magdalena Amhof, Brigitte Foppa e Josef Noggler un'onorificenza. Per due anni i tre consiglieri hanno elaborato in un processo partecipativo e sovrapartitico senza precedenti un disegno di legge sulla Democrazia Diretta presentato ormai sei mesi fa. A questi lavori hanno partecipato molti cittadini e organizzazioni, e questi giustamente si aspettano che tale compromesso venga ora deliberato dal Consiglio provinciale. L'onorificenza ha inoltre lo scopo di incoraggiare i due consiglieri del partito di maggioranza a sostenere con convinzione e determinazione il proprio disegno di legge contro l'opposizione all'interno del proprio partito. Va considerato come un segno di riconoscimento nei loro confronti anche il fatto che 35 organizzazioni abbiano deciso di portare il loro disegno di legge alla trattazione in Consiglio con lo strumento dell'iniziativa popolare.

Leggi tutto...

La QUINTA volta! Presentazione di due proposte di legge sulla democrazia diretta su iniziativa popolare

I cittadini non mollano - hanno il fiato più lungo e
vogliono compiere finalmente un passo in avanti!

Mercoledì 26 aprile, a nome di 36 organizzazioni è stata depositata presso il Consiglio provinciale la richiesta di iniziativa popolare (a voto consiliare) avente per oggetto il disegno di legge sulla democrazia diretta del gruppo di lavoro Amhof/Foppa/Noggler, insieme ad una seconda richiesta riguardante una versione migliorata dall’Iniziativa per più democrazia di tale disegno di legge.
Le 36 organizzazioni invitano ora tutte le cittadine e i cittadini a firmare entrambe le proposte di legge entro la metà di agosto 2017 presso il proprio Comune. I moduli per farsi promotori delle proposte con la propria firma saranno disponibile nei comuni a partire da metà maggio. Più firme i due disegni di legge ottengono, maggiore è la garanzia che la legge sulla democrazia diretta venga approvata non solo senza modifiche peggiorative, ma anche con i miglioramenti di cui necessita palesemente.

Leggi tutto...

lettera aperta ai consiglieri provinciali - legge sulla democrazia diretta: ora!

Varo del disegno di legge sulla democrazia diretta entro questa legislatura!
Al limite raccolta firme per la presentazione del disegno di legge su iniziativa popolare a partire dal primo maggio.

33 organizzazioni hanno presentato oggi in una conferenza stampa una lettera aperta indirizza­ta ai consiglieri del Consiglio provinciale. In essa si chiede che il disegno di legge che il gruppo di lavoro Amhof/Foppa/Noggler a steso su incarico della presidenza del Consiglio coinvolgen­do in un processo partecipativo i cittadini e molti delle loro organizzazioni venga varato dal Consiglio senza elementi peggiorativi, anzi possibilmente con le necessarie correzioni entro questa legislatura.    

Per garantire ciò le organizzazioni firmatarie fissano quale termine la data del 1 maggio 2017. Qualora entro tale data il varo non dovesse essere garantito o se fosse avvenuto con ulteriori limitazioni, le organizzazioni firmatarie lo stesso giorno inizieranno con la raccolta di firme per questo disegno di legge. Sarà così garantito che esso venga effettivamente trattato con voto conclusivo, sotto forma di proposta di iniziativa popolare a voto consiliare e, secondo i tempi previsti dalla legge, ancora entro questa legislatura dal Consiglio provinciale.    

lettera aperta ai consiglieri provinciali

Leggi tutto...

L'Iniziativa per più democrazia conferisce nuovamente la Rosa della Democrazia

Viene onorato il Presidente della Provincia autonoma di Bolzano -
ha lasciato valere le giuste condizioni per il referendum sull’aeroporto di Bolzano

Con la Rosa della Democrazia l’Iniziativa per più democrazia onora chi si impegna maggiormente nella realizzazione di nuove forme e regole valide per la partecipazione democratica delle cittadine e dei cittadini alla ricerca delle decisioni migliori.
Una rosa rossa in un cilindro di vetro nel 1972 è stato un elemento di una performance dell’artista Joseph Beuys. La rosa da allora è simbolo di iniziative mosse dal rispetto della dignità dell’essere umano che perseguono la realizzazione, sempre più avanzata, dell’idea della democrazia.
Dopo il conferimento ai comuni di Fiè, Lana, La Val, San Candido, Urtijëi, Varna e Verano, la Rosa viene ora consegnata al Presidente della Provincia autonoma di Bolzano, Arno Kompatscher.

Questa la motivazione per l’onorificenza riportata sull’attestato:

Leggi tutto...

NO a questa deforma della Costituzione!

I problemi non si affrontano con meno ma con più democrazia!

Il direttivo dell'Iniziativa per più democrazia si esprime in modo unanime per un NO alla modifica della Costituzione italiana quale i cittadini hanno la facoltà di decidere nel referendum del 4 dicembre. Invitiamo pertanto tutti i cittadine e le cittadine di recarsi alle urne per respingere questo stravolgimento autoritario della base normativa comune del paese.

Chi promette di risolvere i problemi politici del paese con una concentrazione del potere nelle mani del governo – e in particolar modo del presidente del Consiglio – nonché con un accentramento delle competenze nell'amministrazione statale, dimostra di non essere disposto e tanto meno capace di realizzare l'impegno impostogli dalla Costituzione, che esige una equilibrata e democratica ricerca di risoluzione dei problemi.
Senza dubbio una forma di governo autoritaria che conosce solo pochi decisori è più semplice e più efficiente di quella che esige la ricerca di un consenso democratico. Questi pochi decisori però, se non agiscono addirittura alla mercé, sicuramente sono sottoposti alla pressione di potenti interessi particolari rispetto ai quali il bene comune è la parte perdente. Invece quanto più vicina è l'amministrazione ai cittadini e decentrato l'esercizio del potere politico, tanto più l'interesse generale dei cittadini sarà realizzato. Quest’ultimo è meglio rappresentato dai comuni che non dallo Stato, meglio dai cittadini che si attivano indipendentemente che non da potentati investiti di poteri dittatoriali.

Per questo l'Iniziativa per più democrazia si impegna a favore della realizzazione di forme di democrazia che consentano ai cittadini di dare forma essi stessi e direttamente al bene comune nonché delle più ampie possibilità di scegliere la propria rappresentanza politica.
La modifica della Costituzione proposta ci porterebbe nella direzione opposta. Conferma sconcertante ne è la legge elettorale voluta dalla stessa maggioranza di governo che ci porta direttamente verso una dittatura monopartitica.

Chi vuole approfondire la questione trova i riferimenti a vasta informazione qui accanto.

Chi è online

Abbiamo 152 visitatori e nessun utente online

Dieses Portal verwendet Cookies zur Optimierung der Browserfunktion.Wenn Sie mehr über die von uns verwendeten Cookies und deren Löschung erfahren möchten, ziehen Sie bitte unsere Datenschutzbestimmung zu Rate.Datenschutzbestimmung.

  Ich akzeptiere die Cookies von dieser Seite.
EU Cookie Directive Module Information